22.07

2019

Gita in Mtb, cosa mettere nello zaino...

IMPORTANTE ALMENO UN LITRO D'ACQUA E PICCOLO KIT DI PRONTO SOCCORSO

MTB SULLA PAGANELLA: COSA METTERE NELLO ZAINO?

L’estate sta regalando splendide giornate di sole, il tempo ideale per le vacanze in montagna…. e ogni giorno gli appassionati di mountain bike scelgono sicuramente un nuovo percorso panoramico per faticare un po’ e vedere qualche bel posto. Ma bisogna avere qualche attenzione quando si decide di trascorrere mezza giornata o una giornata intera in sella alle due ruote. Per partire per un’escursione estiva in Mtb è bene ricordarsi di mettere alcune cose fondamentali nello zainetto oltre a casco, carta di identità e qualche spicciolo!
Mai dimenticare l’acqua! Non è importante in che forma o come vi portate da bere, borraccia, zaino idrico o bottiglietta, ma sappiate che mezzo litro di acqua sono la riserva minima che bisogna assolutamente ricordarsi di avere nello zaino. In montagna è vero che si possono trovare fontanelle, ma il caldo spesso aiuta ad aumentare la disidratazione quindi vietato dimenticare l’acqua!
Decidere poi in anticipo il percorso e l’itinerario per capire se si decide di pranzare in qualche malga o se si torna a casa per il pranzo…. evitate di partire senza almeno una barretta, che può servire per un veloce reintegro alimentare di scorta.
Giubbino antivento e maglia con manica lunga e ancora meglio i  manicotti - In montagna il sole c’è ma all’improvviso scompare e subito si sente freddo. Le condizioni meteo possono cambiare repentinamente. Ottimo un giubbino antivento tecnico che possa anche riparare dalla pioggia e vestirsi sempre a strati. Spesso il sole inganna!
Sotto il sellino o nello zaino infilate sempre un piccolo kit di riparazione per essere pronti ad affrontare  piccoli incidenti meccanici che possono capitare quando si va in montagna in mountain bike. Foratura e catene ko sono i problemi più tipici: la dotazione di base deve prevedere l’attrezzatura per riparare le forature (bomboletta fast gonfia e ripara, camera d’aria, levagomme, pompa o bomboletta ad aria compressa, ) e la rottura della catena (smagliacatena, falsamaglia). Questi sono i problemi più frequenti che potrebbero compromettere seriamente la nostra escursione se non abbiamo gli strumenti giusti.
Infine la crema solare perché l’altitudine spesso brucia la pelle molto velocemente e quindi è importante idratarla e soprattutto proteggerla dai raggi del sole. Ora esistono in commercio piccoli tubetti di crema solare che occupano pochissimo spazio e salvano dalle scottature.
Infine un piccolo kit di sopravvivenza e soccorso che occupa davvero pochissimo spazio: salviettine disinfettanti, cerotti e telo isotermico. Un piccolo kit che davvero può salvare la vita!

Tags 

IN EVIDENZA

COME DICI? MA NO, NON SIAMO ASSOLUTAMENTE FUORI TEMA! 

PER VIVERE LA NATURA IN "SLOW MODE"

Il Blog

I maestri della Scuola Italiana di Sci Dolomiti di Brenta di Andalo in Trentino alla scoperta del mondo degli sport sulla neve: tante storie, consigli e indicazioni da non perdere per restare sempre aggiornati!