23.11

2017

Scuola di sci inclusiva, quindi per tutti

MAESTRI DI SCI SPECIALIZZATI NELL'INSEGNAMENTO A PERSONE CON DISABILITÀ

Alberto Benchimol scuola di sci dolomiti di brenta andalo

Sono fortunatamente lontani i tempi in cui alle persone con disabilità era preclusa la pratica dello sci: oggi tutti possono iniziare a sciare oppure continuare a portare avanti la propria passione grazie alla sensibilità e la competenza dei maestri di sci trentini specializzati, alcuni dei quali fanno parte dell’organico della Scuola Italiana Sci Dolomiti di Brenta di Andalo.
Chi sono questi maestri? Si tratta di professionisti animati da una spiccata sensibilità verso le persone disabili che si mettono a disposizione dell’allievo e delle famiglie per aprire orizzonti nuovi nell’apprendimento dello sci e per godere del meraviglioso ambiente della montagna. Abbiamo intervistato Alberto Benchimol (nella foto), medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Innsbuck (1988) come guida dell’atleta ipovedente Bruno Oberhammer e per questo insignito dell’Onorificenza al merito della Repubblica Italiana. Alberto Benchimol è prima di tutto una persona dal grande cuore oltre che maestro di sci specializzato in disabilità. 

I maestri di sci della scuola Dolomiti di Brenta
Maestri di sci specializzati della scuola sci Dolomiti di Brenta

Cosa significa maestro di sci specializzato?

Oltre al lungo e impegnativo percorso per ottenere l’abilitazione all’insegnamento che concretizza la passione di una vita - spiega il maestro Alberto Benchimol - i maestri specializzati della nostra scuola di sci Dolomiti di Brenta di Andalo hanno seguito un ulteriore percorso formativo di sessanta ore.
Durante le sessioni teoriche e pratiche vengono trattati tutti gli aspetti legati alla disabilità e la pratica dello sci alpino, dello snowboard e del fondo: dagli aspetti medici a quelli relazionali e psicologici.
Grande spazio viene dato alle esercitazioni pratiche, con la partecipazione di educatori esperti nel settore della disabilità.
I maestri specializzati nell’insegnamento all’allievo con sindrome dello spettro autistico, inoltre, devono partecipare ad una ulteriore formazione teorica e pratica di ventiquattro ore.
Si capisce quindi che un maestro specializzato è una figura professionale non solo particolarmente sensibile sotto il profilo umano, ma con una preparazione teorica e pratica di primissimo livello. 

Lo sci come opportunità quindi per le persone con disabilità...

Assolutamente sì: lo sci, lo snowboard e lo sci di fondo rappresentano una bellissima opportunità per le persone con disabilità, soprattutto per i giovani e i giovanissimi.
Questo sport permette di sperimentare nuove forme di movimento e nuove autonomie in un contesto in cui le barriere architettoniche sono poco presenti: lo sci infatti si svolge in un ambiente molto spazioso e questo è una enorme risorsa.
Non solo. Poi la potenza della natura, l’esperienza dello scivolamento e del controllo dello sci, l’opportunità di fare nuove amicizie basate sulla condivisione di emozioni offrono l’occasione di sviluppare le proprie abilità e il proprio talento. 

Lo sci è veramente per tutti?

Nella nostra esperienza chiunque può avvicinarsi allo sci e i risultati che si possono ottenere sono sorprendenti: naturalmente è fondamentale affidarsi a professionisti con esperienza e preparazione.
Il maestro è un prezioso alleato della famiglia nel percorso di avviamento allo sci e di inclusione, quando possibile, nelle attività con altri allievi con i quali condividere esperienze indimenticabili. Numerosi studi dimostrano che lo sport è in grado di offrire stimoli fondamentali per lo sviluppo dell’autonomia, della fiducia nelle proprie capacità e della stima di sé.

Come ci si mette in contatto con un maestro specializzato?

Se non ci sono esigenze particolari, è sufficiente prenotare la lezione online, telefonicamente, o di persona presso gli uffici della nostra scuola sci o direttamente in hotel al vostro arrivo, richiedendo espressamente un maestro di sci specializzato nell’insegnamento a persone con disabilità. Se invece sono necessari ausili quali il monosci, il dualski o l’amplificatore vocale è necessario chiamare la nostra segreteria, se possibile con una settimana d’anticipo in modo da verificare la disponibilità degli ausili e organizzare al meglio il vostro soggiorno e la lezione di sci. L’esigenza potrà essere fatta presente anche in sede di prenotazione del soggiorno presso il vostro hotel (vedi l’elenco delle strutture convenzionate).
Per contattare la segreteria della Scuola, telefonare allo 0461 585353 - 585224 oppure inviare una mail a: info@scuolaitalianasci.com

 

IN EVIDENZA

COME DICI? MA NO, NON SIAMO ASSOLUTAMENTE FUORI TEMA! 

PER VIVERE LA NATURA IN "SLOW MODE"

Il Blog

I maestri della Scuola Italiana di Sci Dolomiti di Brenta di Andalo in Trentino alla scoperta del mondo degli sport sulla neve: tante storie, consigli e indicazioni da non perdere per restare sempre aggiornati!